Now Reading:
OPERAE 2011 | Cin Cin – Unconventional Glasses
Full Article 2 minutes read

OPERAE 2011 | Cin Cin – Unconventional Glasses

CIN CIN by STELLA ORLANDINO

Spesso un comune, anonimo bicchiere, può celare la personalità di chi lo ha toccato, bevuto, annusato. Ognuno di loro è come un personaggio teatrale, che racconta oppure nasconde la sua storia, il suo carattere… CIN CIN, unconventional glasses: 8 bicchieri, 8 modi di essere, 8 scuse per brindare. Una collezione d’autore dove ogni singolo elemento ha un suo determinato ruolo. I personaggi di questa serie di calici nascondono dietro il loro volto usi, costumi e vizi dell’uomo all’interno della società contemporanea.La collezione è stata realizzata dall’artista/artigiano Piero Sarubbi.

LACRIMA: il calice modesto a cui piace sorseggiare il vino solo solo per bagnarsi i “bordi”.

MEZZOPIENO: il calice più positivo della collezione, in tempi di crisi ci vuole chi porta un po’ d’ottimismo.

TUBA: il calice piu’ maleducato del gruppo: da vuoto fischia, da pieno fa le bollicine.

SBADATO: il calice a cui piace bere ma, per evitare che combini qualche guaio, aiuta chi è distratto a non far cadere gocce sul tavolo.

SOBRIO: il calice astemio che non vuole essere maleducato a tavola, bensì discreto mantenendo intatta la sua filosofia.

ALTICCIO: il calice che ha bevuto troppo ma non è ancora completamente ubriaco, a differenza degli altri si sente spavaldo e sicuro di sè.

BIOGRAFIA

Classe 1989.  Sono una giovane (curiosa) designer siciliana che vive a Milano e si è diplomata in Product Design  presso la NABA. Ho partecipato lo scorso natale a LED con l’istallazione luminosa “light vortex” che è stata esposta lungo il Naviglio Pavese, invece quest’anno porterò in giro per il mondo del design la mia tesi: CIN CIN – unconventional glasses.

[via]

Input your search keywords and press Enter.