Search for content, post, videos

New Google Images | Google Search

Now you can use an image instead of words to start your Google search.

The saying “a picture is worth a thousand words” just became a reality. Yesterday Google announced two new features search features: Voice Search and Search by Image. The later allows you to drag and drop an image into Google search, and find out exactly what it is. The results will show similar photographs, as well as information about the subject in question. Pretty neat huh?

If you click the camera, you can upload any picture or plug in an image URL from the web and ask Google to figure out what it is. Try it out when digging through old vacation photos and trying to identify landmarks—the search [mountain path] probably isn’t going to tell you where you were, but computer vision may just do the trick. Search by Image is rolling out now globally in 40 languages. We’re also releasing Chrome and Firefox extensions that enable you to search any image on the web by right-clicking. – Google

Forse alcuni di voi conosceranno già TinEye, un motore di ricerca che vi consente di effettuare ricerche utilizzando un’immagine anziché una stringa di testo. Una funzionalità che è utile sia per scoprire se la vostra foto è utilizzata da altri sia come partenza per una nuova ispirazione.

Google, il gigante della ricerca, ha latitato per un po’ di tempo in questo campo, ma ora promette di entrarci con tutto il suo peso. Google Images, infatti, si è dotato della possibilità di effettuare ricerche tramite immagini. Le immagini possono essere prese sia dalla rete, sia dal vostro computer locale con il vantaggio di poter sfruttare anche il Drag&Drop.

Se poi utilizzate l’ultima versione di Google Chrome nel menù contestuale di ogni immagine ci sarà la possibilità di effettuare direttamente la ricerca di foto simili. Ora non resta che vedere quanto saranno buoni i risultati di Google Images e come risponderà alla nuova concorrenza TinEye.

Chissà cosa si potrà fare quando sarà pubblicata una nuova API. Sfruttare questa funzionalità e collegarla al proprio account Flickr, o di qualsiasi altra rete sociale, per controllare automaticamente se qualcuno sta usando impropriamente alcune delle proprie foto non sarebbe male.

[ via ]

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

watches replica
watches replica